a cosa serve e come si prepara

259

Leggerissimo, aromatico e ricco di proprietà medicinali, il tè alla melissa è un’ottima bevanda da bere la sera. La pianta della melissa, detta anche melissa, è originaria dell’Asia e appartiene alla stessa famiglia della menta e del boldo – viene generalmente utilizzata nella preparazione di infusi ricchi di sostanze nutritive. Ha un leggero aroma di limone, dovuto alla presenza di limonene (un tipo di terpene antiossidante) nelle sue foglie. Vuoi saperne di più su questo tipo di tè, i suoi benefici e come prepararlo in modo semplice? Continua a leggere!

Indice Pagina

Tè Melissa: a cosa serve?

Oltre ad essere una bevanda molto semplice da preparare (basta fare l’infuso della foglia), il tè alla melissa si distingue per essere altamente nutriente. Questo perché l’erba è ricca di vitamine A, complesso B, C e minerali come calcio, ferro, potassio, fosforo e magnesio. Pertanto, è molto buono per il sistema immunitario, aiuta a prevenire raffreddori e influenza, rafforza le ossa, i muscoli e porta una serie di altri benefici. Scopri altri vantaggi di questo tipo di tè:

Aiuta a combattere l’insonnia e l’ansia

La grande differenza del tè alla melissa è che ha un forte effetto calmante. È ricco di flavonoidi e oli essenziali che rilassano l’organismo, riducono lo stress e l’ansia, generando un effetto sedativo ottimo per chi ha difficoltà a dormire. Anche l’acido polifenolico rosmarinico, presente nella melissa, gioca un ruolo in questo problema, poiché influenza i neurotrasmettitori legati ai livelli di ansia.

Ha azione antiossidante, digestiva, diuretica e antinfiammatoria

Poiché contiene un alto contenuto di vitamine A, complesso B e polifenoli, che hanno un’azione antiossidante, il tè aiuta anche a rafforzare la salute della pelle. Ha inoltre proprietà digestive, diuretiche e antinfiammatorie. In altre parole, aiuta ad eliminare le tossine dal corpo, prevenendo l’accumulo di liquidi, oltre a combattere eventuali dolori.

Anche in questo caso, l’acido rosmarinico svolge un ruolo importante. L’articolo “Valutazione del potenziale antinocettivo e antinfiammatorio dell’acido rosmarinico”, dell’Università Federale di Santa Catarina, ha dimostrato che la sostanza ha un forte effetto antinfiammatorio e antinocettivo (riduzione del dolore). Interessante, vero?

Migliora le funzioni cognitive

Il tè alla melissa aiuta molto anche il funzionamento del sistema nervoso nel suo insieme. Questo perché fornisce vitamine B1, B2, B3, B5, B6 e polifenoli importanti per le funzioni cognitive, migliorando la capacità di memoria, la concentrazione e lavorando come possibile alleato erboristico per il trattamento del morbo di Alzheimer.

Aiuta a trattare mal di testa e crampi

Per alleviare crampi intensi, emicranie e fastidi addominali, anche il tè alla melissa è un ottimo alleato! Poiché contiene sostanze come l’acido rosmarinico e altri polifenoli, l’erba ha un’azione analgesica e antinfiammatoria molto intensa.

Come preparare il tè alla melissa?

Per realizzare un tè alla melissa molto nutriente, l’ideale è utilizzare foglie fresche per fare un infuso e berlo subito, godendo al massimo dei suoi benefici. Un buon consiglio, inoltre, è quello di avere una piantina di Melissa officinalis (melissa) in un vaso nel giardino di casa. Così puoi preparare il tè quando vuoi!

ingredienti

– 3 o 4 foglie di melissa

– 300 ml di acqua bollita

Per la preparazione, mettete semplicemente le foglie di melissa in una tazza e poi versate l’acqua bollente. Coprire la tazza con un piattino e attendere 5 minuti che avvenga l’infusione. Dopo quel tempo, prendilo e basta!