Che cos’è la chetosi? Sintomi, sicurezza, suggerimenti, altro

283

Altre ricerche supportano ulteriormente i potenziali benefici di questa dieta. Ad esempio, studi preliminari collegano la dieta chetogenica alla riduzione dei sintomi del morbo di Alzheimer. (4) Ricerche precedenti suggeriscono che può anche aiutare a invertire la sindrome metabolica, gestire il morbo di Parkinson, è stato dimostrato che aiuta a controllare le convulsioni nei bambini con epilessia e, secondo i risultati di un piccolo studio pilota, può anche migliorare i sintomi dell’ovaio policistico sindrome (PCOS). (5, 6, 7)

Ma alcune ricerche espongono i potenziali rischi per la salute della dieta chetogenica. Ad esempio, una dieta povera di carboidrati e ricca di proteine ​​può essere malsana a causa del rischio di aumentare il colesterolo cattivo e i trigliceridi. (8) Uno studio suggerisce persino che seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati potrebbe portare all’insulino-resistenza, aumentando il rischio di diabete di tipo 2. (9)

È anche importante notare che non ci sono stati studi a lungo termine sulla dieta chetogenica, né ci sono state ricerche che dettagliano cosa può accadere al corpo se è in uno stato costante di chetosi stessa. Ma dato come il corpo ha bisogno di carboidrati per funzionare correttamente, le diete basate sulla combustione dei grassi possono portare a carenze nutrizionali e integratori e multivitaminici sono raccomandati perché stai tagliando interi gruppi di alimenti, avverte Alyssa Rothschild, RDN, che è in privato pratica a New York City.

Rothschild spiega inoltre come seguire una dieta chetogenica per lunghi periodi di tempo potrebbe anche portare all’osteopenia, che è un precursore dell’osteoporosi, una malattia caratterizzata dalla perdita ossea.

“Quando il corpo è in chetosi, abbassa il livello di pH del sangue, facendo diventare il sangue acido. Per contrastare questo, il corpo toglie il calcio dalle ossa”, dice. “L’aumento dell’acidità nel corpo aumenta anche l’acido urico, che può portare alla formazione di calcoli renali”. Pertanto, è ovvio che a causa dello stress che una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati può avere sul corpo, chi ha danni ai reni non dovrebbe cercare di raggiungere la chetosi o tentare la dieta chetogenica. (10)

Vale anche la pena notare che le donne in gravidanza o che allattano, le persone che assumono determinati farmaci per il diabete e insulina, quelle con un basso indice di massa corporea (BMI), i bambini, le persone con calcoli biliari e quelle persone a cui è stata rimossa la cistifellea non dovrebbero provare la dieta chetogenica.