Coltivazione dello zafferano. Come avviare un’attività con questa spezia costosa

230

Lo zafferano (Crocus sativus) è una pianta originaria dell’India, da cui gli stimmi dei fiori vengono utilizzati per scopi medicinali e speziati. Lo zafferano vero, come vengono solitamente utilizzate alcune piante sostitutive, come lo zafferano (Catharmnus tinctorius) o la curcuma (zafferano indiano, come viene anche chiamato), è molto raro e costoso. Ecco quindi le azioni di questa spezia sul corpo e i consigli per coltivare lo zafferano.

Indice Pagina

Coltivazione dello zafferano: le ragioni per coltivare questa spezia miracolosa

Solitamente lo zafferano viene venduto in quantità infinitesimali, frazioni di grammo, al massimo un grammo. Viene utilizzato in piccolissime quantità (0,2 grammi) per condire alcuni alimenti con particolare azione terapeutica. Di solito, lo zafferano è la spezia preferita nella cucina di lusso.

I suoi effetti sul corpo sono direttamente proporzionali alla sua rarità. È un ottimo regolatore ormonale, uno stimolante della vitalità, un ottimo stimolante del sistema nervoso, essendo anche un eccezionale carminativo, spasmolitico ed emenagogo.

È usato per curare diverse malattie mentali, per curare l’impotenza, l’infertilità maschile e femminile e per combattere i disturbi digestivi (soprattutto in combinazione con anice, carciofo, assenzio). 0,2 grammi di zafferano vengono aggiunti a infusi o altre preparazioni. Non consumare più di un grammo al giorno e non deve essere consumato da bambini e donne in gravidanza.

Coltivazione dello zafferano: consigli per un’attività redditizia

L’Iran è il più grande produttore mondiale di zafferano, rappresentando il 90% della produzione mondiale di spezie. “Oro rosso”, come viene chiamata la spezia, è spesso contraffatto, essendo facilmente riconoscibile per il suo prezzo elevato, a volte anche superiore a quello dell’oro.

Il periodo per piantare lo zafferano è l’autunno, da fine agosto a fine settembre. Subito dopo aver acquistato i bulbi di zafferano, vanno piantati. Il terreno deve essere ben drenato e avere molto sole. molto probabilmente non fioriranno nel primo anno, i fiori vengono venduti solo in primavera.

I bulbi sono interrati a 3-5 cm e tra le file dovrebbe esserci una distanza di 6-10 cm. Circa 50-60 fiori di zafferano produrranno circa 1 cucchiaio di spezia allo zafferano, quindi tienilo a mente quando immagini quanto dovresti piantare. Ma tieni anche presente che lo zafferano si moltiplica rapidamente, quindi tra qualche anno ne avrai più che a sufficienza. Dopo la semina, dovresti sapere che i bulbi possono resistere fino a meno 26 gradi Celsius.

Coltivazione dello zafferano – quando raccogliere e come ottenere lo zafferano

Ogni fiore di zafferano ha 3 stimmi, e per ottenere un chilogrammo di zafferano occorrono oltre centomila fiori. Così, i produttori affermano che occorrono duemila metri quadrati coltivati ​​a zafferano per ottenere un chilogrammo di oro rosso.

I fiori di zafferano si raccolgono a fine ottobre – inizio novembre. Poiché i fiori sono fragili, vengono raccolti prima dell’alba. La coltivazione dello zafferano è un’attività meticolosa, poiché gli stimmi vengono raccolti a mano da ogni fiore, quindi essiccati al sole o essiccati artificialmente.

I fili di zafferano si conservano ben chiusi, in un luogo lontano da fonti di calore e luce. Possono essere conservati per un mese, quindi possono essere utilizzati o venduti.

Golden milk con curcuma, zafferano e cardamomo. La ricetta del miglior elisir naturale

Se ti è piaciuto questo articolo, unisciti alla community Mi piace sulla nostra pagina Facebook con un Mi piace.

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi unirti a noi su Facebook, ci aspettiamo che ti unisca alla community con un Mi piace: