Consumo di alcuni acidi grassi e diabete di tipo 2 nelle donne

115

Recentemente è stato presentato uno studio secondo il quale il consumo di alcuni acidi grassi è associato ad un aumentato rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 nelle donne.

La ricerca è durata dal 1993 al 2011. Sono state seguite 71.334 donne che non avevano il diabete all’inizio dello studio. Le successive diagnosi di diabete sono state fatte sulla base di questionari e richieste di rimborso dei farmaci e sono stati valutati i casi di incidenza. Il consumo di acidi grassi nel 1993 è stato stimato utilizzando un questionario alimentare convalidato. Il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 è stato calcolato mediante modellazione al computer.

L’associazione di DPA e AA con il rischio di sviluppare il diabete è stata confermata da ulteriori analisi. Le principali fonti di questa ricerca sono Il DPA era carne, pesce e frutti di mare, mentre le principali fonti di AA erano carne, pesce, frutti di mare e uova. Gli autori hanno concluso che diversi acidi grassi polinsaturi hanno effetti diversi sul rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e che un’elevata assunzione di DPA e AA può contribuire allo sviluppo del diabete.

Fonte: Diabetologia