Germogli di pioppo, la “propoli vegetale” della tua salute

224

Il pioppo non è solo un albero ornamentale, ma ha anche poteri curativi per l’uomo. Non molti lo sanno, ma i germogli di pioppo sono stati usati per scopi medicinali per centinaia di anni. Cominciano a svilupparsi nei freddi mesi invernali e non sono per nulla chiamati “propoli vegetale”, essendo sia la materia prima da cui le api estraggono questo prodotto dall’alveare, ma anche per le sue proprietà medicinali simili a quelle della propoli.

È stato scoperto che le gemme hanno proprietà antisettiche, antimicotiche, astringenti, cicatrizzanti, epitelizzanti, antinfiammatorie, calmanti, analgesiche, espettoranti, diuretiche, toniche e diaforetiche.

I germogli di pioppo possono essere usati come tintura, infuso, polvere o unguento, ma la forma di somministrazione più efficace è la tintura.

Effetto garantito nei disturbi respiratori

I migliori effetti dei germogli di pioppo sono stati riscontrati, nel tempo, nelle malattie respiratorie, costituendo un vero aiuto per i pazienti affetti da bronchite, asma, laringite, mal di gola e influenza.

I germogli di pioppo nero sono raccomandati per la cistite e le infezioni renali

La tintura di gemme di pioppo elimina le infezioni, riduce la sensazione di bruciore o bruciore durante la minzione e favorisce la guarigione dei tessuti danneggiati e infiammati. Per un effetto ancora più forte si può abbinare alla tintura di ginepro e somministrare diluito in acqua.

Un buon coadiuvante nell’intossicazione alimentare

La tintura di gemme di pioppo ha un forte effetto anti-infettivo, riduce la febbre e rafforza l’immunità. 50 gocce di tintura vengono somministrate su una fetta di pane secco, 5-6 volte al giorno. Il trattamento deve essere seguito per 2 settimane.

Effetti notevoli in caso di reumatismi e spondilosi

I germogli di pioppo agiscono come un forte sedativo e antinfiammatorio, grazie al loro contenuto di salicina. Si somministra 50 gocce 4 volte al giorno, a stomaco vuoto, nell’arco di 2-3 mesi.

Tratta i disturbi digestivi

I trattamenti con le gemme di pioppo sono efficaci in caso di ulcera gastrica, diarrea, colite da fermentazione e putrefazione, elmintiasi (infestazione da Giardia) e anoressia (mancanza di appetito). Vengono somministrate 50-100 gocce di tintura, con le quali vengono inzuppati i pezzi di pane. Altrettanto efficace è la cura di 3 settimane per la polvere di germogli secchi, 3-4 cucchiaini al giorno a stomaco vuoto.

Ecco come fare la tintura di pioppo:

Le gemme appena raccolte vengono lasciate ad essiccare in casa per una settimana, dopodiché vengono macinate con un macinacaffè fino ad ottenere una polvere finissima. In un barattolo aggiungere 15 cucchiai di polvere, sopra la quale aggiungere 200 ml di alcol alimentare a 90 gradi. Chiudete il barattolo ermetico e lasciate in ammollo per 2 settimane, agitando quotidianamente, più volte al giorno. Al termine il prodotto viene filtrato e la tintura ottenuta verrà aggiunta in piccole bottiglie scure.

Si somministra 4 volte al giorno, 50 gocce messe su un po’ di pane secco o miele. La tintura di gemme di pioppo è raccomandata per rafforzare l’immunità, combattere il mal di gola ed eliminare le infezioni dal tratto digestivo. Può essere applicato anche esternamente, per trattare ustioni e cicatrizzazione estetica delle ferite.

Cosa puoi fare con i boccioli di abete. 5 ricette che possiamo usare

* Questo articolo è solo a scopo informativo. Per una corretta diagnosi si consiglia di consultare il parere di uno specialista.

Se ti è piaciuto questo articolo, unisciti alla community Mi piace sulla nostra pagina Facebook con un Mi piace.

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi unirti a noi su Facebook, ci aspettiamo che ti unisca alla community con un Mi piace: