Giunco ​​largo, pianta commestibile, usata anche come pianta medicinale

693

L’ampio giunco ​​è in realtà una sottile pianta acquatica perenne originaria dell’intero emisfero settentrionale temperato. Sebbene molti di noi l’abbiano probabilmente visto crescere sui bordi di laghi e paludi e non l’abbiano mai considerato un’aggiunta molto preziosa alla nostra dieta, offre una moltitudine di sostanze nutritive e proprietà medicinali uniche, molte delle quali sono state considerate affidabili per centinaia di anni.

Sebbene la maggior parte delle persone non sia nemmeno consapevole che questa pianta può essere mangiata, i rizomi della pianta possono essere mangiati, così come le basi delle foglie e la guaina. In diversi momenti della stagione di crescita, ogni parte di una pianta viene consumata in un certo modo.

Tuttavia, non è consigliabile mangiare il giunco ​​che vedi, ma puoi trovare alcuni prodotti a base di giunco, come la farina, nei negozi specializzati in salute in alcune parti del mondo. Va consumato con cautela.

Come mangiare un’ampia corsa?

  • Diverse parti della pianta sono commestibili, inclusi germi dormienti sulle radici e sulla base delle foglie, polline maturo, fusto e radici di amido.
  • Le radici sono commestibili crude o bollite.
  • Possono essere bollite e mangiate come le patate o ammollate e poi bollite per fare uno sciroppo dolce.
  • Le radici possono anche essere essiccate, macinate in polvere e quindi utilizzate come addensante nelle zuppe, ecc. o aggiunta a farine di cereali e questa polvere ad alto contenuto proteico viene utilizzata per fare biscotti ecc.
  • I giovani germogli vengono consumati crudi o cotti in primavera.
  • Anche la base del gambo maturo è cruda o cotta.
  • Il gambo tenero, fiorito e giovane è anche crudo, cotto o preparato in una zuppa.
  • Il polline crudo è commestibile, cotto o trasformato in un additivo ricco di proteine ​​per la farina utilizzata nella produzione di pane, porridge, ecc.
  • I semi piccoli vengono fritti o lessati e dai semi si può ricavare olio commestibile.
  • All’inizio della primavera, puoi scavare le radici, alla ricerca di piccoli boccioli, rizomi da cui cresceranno nuove piante. Possono essere colti, pelati e aggiunti con altre verdure primaverili alle insalate, utilizzati per preparare piatti in umido o da soli, come le verdure.
  • Man mano che le piante crescono e i germogli raggiungono un’altezza di 60 cm – 90 cm (2-3 piedi) sopra l’acqua, puoi pulirli e usarli come rizomi o arbusti. Questo piatto è conosciuto come asparagi cosacchi, secondo una ricetta russa.
  • Le infiorescenze possono essere mangiate intere, sia femminili che maschili, possono essere cotte e mangiate come si mangia il mais bollito. Successivamente, l’estremità superiore maschile delle infiorescenze comincerà a produrre un’abbondanza di polline giallo, dalla consistenza del borotalco, che può essere facilmente raccolto e conservato in varie scatole. In meno di un’ora si possono ottenere notevoli quantità di polline, almeno un kg in un’ora. Piega il giunco, metti l’infiorescenza in un grande sacchetto di carta e agita.
  • Gli indiani d’America mettevano a bagno le radici e le facevano bollire per ottenere uno sciroppo finissimo, che usavano in varie preparazioni per addolcirle. Alcuni indiani bruciavano le estremità marroni mature del giunco ​​per estrarre i piccoli semi dal piumino, che usavano per fare il porridge e aggiungere alle zuppe.

Altri usi della pianta

  • La specie è usata come afrodisiaco e cura per la disuria in India.
  • Viene utilizzato principalmente nei rimedi popolari per il trattamento dei tumori, come anticoagulante, astringente, sedativo e tonico.
  • L’intera infiorescenza viene utilizzata per guarire le ferite.
  • Gli stami (senza polline) sono usati come astringente per la dissenteria e il sanguinamento intestinale in Cina.
  • Gli stami, insieme al polline, sono anche usati come astringenti e costipatori.
  • Il polline è diuretico, emenagogo ed emostatico.
  • Si pensa che il polline essiccato sia anticoagulante, ma quando viene fritto con carbone di legna diventa emostatico.
  • È usato internamente nel trattamento di calcoli renali, emorragie interne di quasi tutti i tipi, mestruazioni dolorose, sanguinamento uterino anomalo, dolore postpartum, ascessi e cancro del sistema linfatico.
  • È usato nel trattamento di tenie, diarrea e ferite.
  • Le tribù Malecite e Mimac usavano le loro radici per curare i calcoli renali in Nord America.
  • Zulu usa un decotto della radice nel trattamento delle malattie veneree e Xosas lo usa per aiutare a espellere la placenta.
  • La pianta è stata elencata come una delle migliori erbe tradizionali cinesi utilizzate per trattare la dismenorrea utilizzando terapie a base di erbe con effetti collaterali minimi.
  • Il polline di giunco ​​largo è stato tradizionalmente usato per trattare la metrorragia, la dismenorrea e lo strangolamento in Cina.
  • Per uso interno, puoi far bollire il polline come il tè. Alcuni usano il polline essiccato come incenso. Quindi dovrebbe agire emostatico.
  • Mischiare il polline con il miele aiuta (come un unguento) contro gli ascessi e altre malattie della pelle.

Altri fatti

  • Il fusto e le foglie vengono utilizzati per l’alimentazione, per la fabbricazione di carta e tessuti per tappeti, sedie, cappelli, ecc.
  • La pianta è una buona fonte di biomassa, il che la rende un’aggiunta superiore al cumulo di compost o utilizzata come fonte di combustibile, ecc.
  • Le punte del frutto vengono utilizzate per riempire i cuscini.
  • Il polline è estremamente infiammabile e viene utilizzato nella fabbricazione di fuochi d’artificio.

Castagne commestibili. Rimedi gustosi e salutari

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi unirti a noi su Facebook, ci aspettiamo che ti unisca alla community con un Mi piace: