Il melograno, un frutto speciale

94

la granata È un frutto con molta storia. La sua origine risale alle prime civiltà. Sembra che già gli egizi lo bevessero sotto forma di vino. Era considerato simbolo di fertilità per l’abbondanza dei suoi chicchi e, secondo la Bibbia, insieme ai fichi e all’uva, era caratteristico della Palestina.

Gli arabi lo usavano in cucina, come condimento dolce. E grazie al contributo della cucina araba alla cucina europea, troviamo libri di cucina del XIV secolo dove gli ingredienti, in questo caso il melograno, erano molto spesso usati per fare salse acide.

Attualmente viene consumato come dessert, ma includerlo maggiormente nella nostra dieta può avere effetti molto benefici sulla salute.

Proprietà a Granada

È un frutto composto principalmente da acqua e zuccheri. È equilibrato in calorie, per 100 grammi fornisce solo circa 72 Kcal. Contiene minerali come potassio, calcio, magnesio, fosforo e poco sodio che gli conferiscono proprietà diuretiche e depurative. È ricco di vitamina C e vitamine del gruppo B.

Oggi sappiamo, grazie al suo colore e sapore, che è composto da composti chiamati fenoli. In particolare il antiocianinas sono responsabili del loro sciopero colore rosso. sì tannini sono dei suoi gusto astringente, come nel vino, per esempio.

Queste strutture fanno parte del meccanismo di difesa delle piante. In noi agiscono come potenti antiossidanti, in grado di neutralizzare l’azione dei radicali liberi. In questo modo possiamo rallentare i processi di invecchiamento e la comparsa di alcune malattie.

È un frutto con potere astringente, vale a dire, cicatrizzante e antinfiammatorio. Queste proprietà si trovano principalmente nella corteccia e nelle lamine che separano i chicchi. Essendo un po’ complicato il suo uso culinario.

Dalla sua concentrazione su acido citrico e il suo potere la pulizia lo rendono un alleato per le persone con alti livelli di acido urico nel sangue. Favorire l’eliminazione attraverso l’urina.

Possiamo consumarlo per migliorare l’ipertensione, prevenire la ritenzione di liquidimigliorare o prevenire la gotta o i calcoli renali di acido urico.

In cosmetico è usato per mitigare i danni che i raggi ultravioletti del sole provocano sulla nostra pelle, provocando la comparsa delle rughe. Sembra che l’applicazione topica di alcuni componenti del melograno (acido ellagico) previene la distruzione del collagene e la risposta infiammatoria che si verifica quando abusiamo del sole.

Usi del melograno nella nostra cucina

Il melograno culinario ha molte opzioni, ma è vero che per fretta o mancanza di pratica, lo usiamo come dessert e a volte ci costa. Nonostante la sua coltivazione si estenda da settembre a gennaio, i frutti migliori sono quelli raccolti tra i mesi da ottobre a dicembre. Coraggio perché ora è la sua stagione più dolce!

Vi lascio alcune idee così che possiate prepararlo e godervi il suo sapore rinfrescante e intenso.

  • Come dessert: ricoperti di cioccolato fondente. È una miscela antiossidante. Non vi resta che togliere la copertura al cioccolato fondente e aggiungere i chicchi di melograno.
  • condimenti: Potete utilizzare i cereali integrali oppure liquefare il succo e mescolarlo con olio d’oliva, aceto balsamico e un pizzico di sale. Darai un tocco speciale alle tue insalate.
  • nei succhi, da solo o con altri frutti. Puoi prenderlo a metà mattina o a merenda. È sempre un’opzione salutare e ci prendiamo cura anche del nostro peso.

Un recente studio lo conferma Il succo di melograno da solo aumenta la resistenza e il recupero degli atleti d’élite. L’autore, Enrique Roche, afferma che è molto più sano e naturale delle bevande energetiche, che gli atleti sono abituati a consumare per il loro recupero. Potete consultare l’articolo.

Mi piace soprattutto solo il succo di melograno. Mi rinfresca e adoro il suo sapore esotico. Mi piace anche aggiungere un po’ di zenzero. Vi lascio la mia ricetta in modo che possiate realizzarla in qualsiasi momento della giornata

Ricette con il melograno

Succo Di Melograno Con Zenzero

Ingredienti per 4 persone

Elaborazione

  • Per prima cosa tagliamo a metà il melograno e spremiamo il succo
  • Rimuovere i resti di semi se necessario.
  • Grattugiare un pizzico di zenzero, facendo attenzione che sia leggermente piccante. Servire freddo.

È semplice come fare il succo d’arancia. Prova altri frutti e osa aggiungerli al tuo menu giornaliero. Guadagnerai salute e darai varietà alla tua dieta. Tutto è questione di equilibrio.