Il pepe nero fa male? Scopri se è dannoso

116

Il pepe nero è una delle spezie più utilizzate in cucina in tutto il mondo e ne ha diversi tipi. Sebbene i peperoni in generale non siano consumati su larga scala in Brasile, c’è chi ama investire nel condimento quando prepara il cibo per dare un sapore diverso ai pasti. Ma ti sei mai fermato a chiederti se il pepe nero fa male? Abbiamo deciso di indagare su questo con l’aiuto della nutrizionista Carolina Baliere! Scopri subito se il condimento ha effetti dannosi e per chi non è indicato il consumo.

Indice Pagina

Scopri i benefici del pepe nero

Il pepe nero è molto apprezzato dai cuochi e anche da chi ama i sapori forti nelle ricette. Non solo per il gusto che la spezia dona al cibo, ma anche per gli innumerevoli benefici del pepe.

Carolina afferma che la spezia ha funzioni antibatteriche, antinfiammatorie e termogeniche nel corpo. “Il pepe nero è molto utilizzato nella medicina ayurvedica, poiché aiuta nell’apparato digerente e nell’assorbimento dei nutrienti, soprattutto se abbinato allo zafferano, che ne migliora il principio attivo”, afferma il nutrizionista.

Questo condimento combatte la stitichezza e facilita il processo di assorbimento dei nutrienti. Inoltre, il pepe riduce anche la ritenzione di liquidi nel corpo, migliora il lavoro del metabolismo e aiuta a bruciare calorie, il che si traduce in una sana perdita di peso.

L’eccessivo consumo di spezie può causare disagio o allergie

Non sono isolati i casi di persone che hanno riportato disturbi intestinali dopo aver consumato pepe nero nelle ricette. Soprattutto per chi ama scommettere sul pepe, bisogna sempre essere consapevoli della quantità di spezia che viene aggiunta nella preparazione del cibo e ingerita durante il consumo.

“L’eccessiva ingestione, oltre a provocare sensibilità, può portare a un’allergia, oltre a intrappolare o danneggiare l’intestino”, avverte Carolina. L’estrapolazione nel consumo di pepe nero può provocare bruciore di stomaco, gas e dolore nella regione del ventre. In alcuni casi, può sviluppare bruciore durante la defecazione, piaghe e persino emorroidi.

Il pepe nero fa male alle persone con dolorabilità allo stomaco o emorroidi

Secondo il nutrizionista, il pepe nero non presenta danni nei casi normali, solo se l’individuo è sensibile. Pertanto, è necessario monitorare le reazioni che il corpo presenta dopo aver consumato il condimento. Se ti piace aggiungere il pepe nero alle ricette e inizi a provare disagio dopo un po’ di tempo di consumo, riduci il più possibile la quantità di spezie per prevenire ferite e disagio.

Sapevi, ad esempio, che il pepe nero fa male alle emorroidi? Quindi, se hai già qualche tipo di problema prima, come la sindrome dell’intestino irritabile, è bene evitare la spezia. “Non dovresti partecipare quando hai una certa sensibilità, mal di stomaco o emorroidi”, dice Carolina.

Varia l’uso delle spezie durante la cottura per evitare possibili disagi

Un consumo eccessivo di pepe nero può portare l’intestino a stabilire qualche tipo di resistenza o sensibilità, a seconda del corpo dell’individuo. Secondo il professionista è fondamentale variare il menù e l’uso delle spezie per evitare una situazione del genere. “L’ideale è che ruotiamo sempre i condimenti e anche gli alimenti in modo che non si sviluppino resistenza o sensibilità al consumo eccessivo”, afferma.