Mango – un nuovo superfood

67

Una revisione della ricerca condotta sul mango ha dimostrato che questo frutto ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti molto significative.

Il documento di revisione includeva 11 studi precedentemente condotti che esaminavano l’impatto del consumo di carne di mango su obesità e diabete di tipo 2. Gli scienziati che hanno partecipato a questi studi speravano che l’assunzione di nutrienti da questo frutto riducesse l’incidenza dell’obesità e del diabete.

I risultati dello studio hanno mostrato che il consumo di mango ha un effetto positivo sui livelli di glucosio nel sangue nelle persone con diabete. Alcune ricerche sugli animali hanno anche dimostrato che il consumo di mango ha portato a abbassare i livelli di glucosio nel sangue a colesterolo e trigliceridi.

Altri studi hanno dimostrato che il mango può avere un effetto positivo su salute del cervello, della pelle e dell’apparato digerente. Quelli condotti su colture cellulari e modelli animali hanno mostrato che due sostanze fitochimiche del mango (mangiferina e galotanina) può riparare la membrana mitocondriale dei neuroni, che potrebbe prevenire il verificarsi Il morbo di Alzheimer. D’altra parte, le proprietà idrofile e lipofile del mango possono prevenire l’ispessimento epidermico e l’ipertrofia e il danno al collagene, mantenendo la pelle più sana e giovane. I dati relativi all’impatto del mango sulla salute dell’apparato digerente indicano che può prevenire la colite ulcerosa, e quelli raccolti da esperimenti sui topi hanno dimostrato di avere anche un effetto positivo sul microbiota intestinale.

Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per affrontare l’impatto diretto del consumo di mango su queste malattie negli esseri umani, non solo negli animali, e per aiutarli a comprendere appieno il meccanismo d’azione dei nutrienti di questo superalimento sull’intero organismo.

Izvor: cibo e funzioni