Quando bere i frullati proteici?

209

I frullati sono considerati un buon complemento, poiché aiuterebbero ad ottenere nutrienti extra, ma cosa si chiedono in molti è come assumere le proteine? Di seguito vi daremo alcune semplici indicazioni su questo tipo di bevande, ricordate che non sostituiscono i pasti, né vanno prese in eccesso. Senza pensare che fanno miracoli, perché i risultati dipendono dall’allenamento e dal seguire una dieta adeguata alle esigenze.

Nel mondo del fitness e del bodybuilding, assumere proteine ​​è molto importante, ma riuscire a ottenere tutto ciò di cui hai bisogno da fonti naturali come pollo e tacchino a volte non è ottimale. Ad esempio, un’ora prima dell’allenamento potresti avere il tempo di mangiare una buona porzione di grigliata. Tuttavia, il corpo richiederebbe tempo per estrarre e assimilare questa proteina, quindi non sarebbe disponibile nel momento esatto. È qui che il consumo di frullati proteici entra in gioco come una buona soluzione e poi ti diremo quali sono i migliori.

Quando bere i tuoi frullati proteici

La percentuale di carboidrati

Quegli atleti che vogliono perdere grasso dovrebbero bere frullati proteici con la minima quantità possibile di carboidrati. Per fortuna in commercio ci sono troppi prodotti che ne contengono una quantità relativamente piccola, questi carboidrati servono per dare sapore e per assimilare velocemente le proteine.

Allo stesso modo, esistono frullati di carboidrati che hanno la funzione di offrire un carboidrato in più per le fasi di massa. Dove è fondamentale non perdere muscoli e quindi che il corpo non manchi di glicogeno.

Il momento perfetto per un frullato

Dopo l’allenamento l’ideale è che si cerchi il prima possibile di nutrire il muscolo con proteine ​​e il modo migliore per farlo è con un frullato, visto che si assimila in circa 30 minuti. Anche le riserve di glicogeno devono essere recuperate, poiché le avrai abbassate molto. Per combinare l’assunzione di entrambi puoi bere una bevanda energetica o una banana, seguita dal frullato proteico. Questi frullati devono essere nel latticello.

Frullati prima dell’allenamento

Questo è un buon momento per consumare un frullato che contiene il doppio di carboidrati a digestione lenta rispetto alle proteine. Un modo per farlo è mangiare un frutto con mezzo frullato proteico. Sebbene non sia essenziale, è consigliato solo a persone che stanno per eseguire un allenamento di potenza o forza, nella fase di volume.

Anche per coloro che includono molto cardio nella routine quotidiana. In definizione o mantenimento è possibile farne a meno, basta scegliere di mangiare la frutta per ricaricare il glicogeno senza che lo stomaco sia troppo pesante.

Frullati al mattino

Quando il tuo corpo è stato senza cibo tutta la notte, il muscolo può iniziare a catabolizzare, poiché ciò accade quando il livello di glicogeno nel fegato diminuisce notevolmente. Quindi, se hai un frullato proteico che contiene fruttosio al mattino, puoi porre fine a questo catabolismo. Il fruttosio aiuta a ripristinare il livello di glicogeno nel fegato, mentre le proteine ​​assimilate vanno direttamente ai muscoli.

Frullati di caseina

Anche se finora si è parlato di frullati con proteine ​​del siero di latte, dal momento che vengono assorbiti rapidamente e vengono assimilati al momento ideale. Ci sono anche alcuni studi che affermano un migliore guadagno muscolare quando i frullati vengono assunti con metà siero di latte e metà caseina (a lenta assimilazione) dopo gli allenamenti.

Per quanto riguarda l’ora di coricarsi, è noto che il corpo andrà in un periodo in cui non otterrà sostanze nutritive, che andranno a grasso e muscoli. Anche se non rappresenta un’elevata perdita di muscoli per chi gareggia e ha un obiettivo chiaro. Ora è un buon momento per bere un frullato proteico di caseina a basso contenuto di carboidrati.

POST CORRELATI