Tintura di anice. Come si prepara e quali azioni terapeutiche ha

129

Tintura di anice. Innanzitutto è bene sapere che le tinture sono estratti vegetali che si ottengono dalla loro combinazione con prodotti alcolici di almeno il 40%. I piatti vengono messi al sole, agitati giornalmente e lasciati in ammollo per 2-3 settimane. Quando sono pronte si scolano molto bene, in modo che il succo esca dalle piante bagnate e poi si conserva in bottiglie scure. Dose abituale: 5-15 gocce, assunte tal quali o diluite in the o acqua calda. Esternamente, le tinture vengono utilizzate per lubrificare luoghi malati o sotto forma di cataplasmi.

Tra i prodotti erboristici somministrati per via orale, le soluzioni idroalcoliche sono le più facilmente assimilabili dall’organismo, l’effetto si manifesta in breve tempo. Vedi articoli Anice infuso e polvere. Due piatti che fanno bene alla nostra salute e ai benefici del tè all’anice stellato

Ecco come preparare la tintura di anice:

Metti in un barattolo 20 cucchiai di polvere di semi, che viene coperta con alcool alimentare o brandy di 40-50 gradi, mescolando continuamente. Quando tutta la massa di polvere sarà stata ricoperta, lasciando sopra uno strato di alcol a due dita, chiudere il barattolo ermetico e lasciare in ammollo il contenuto per 10-12 giorni, quindi filtrare. Il preparato ottenuto viene messo in piccole bottiglie scure e si conserva fino a 5 anni.

Ecco le azioni terapeutiche della tintura di anice:

Fin dal XVIII secolo la tintura di anice era considerata una vera panacea nel nostro Paese.

-La tintura di anice ha un effetto tonico digestivo, stimolante e tonico psichico (dà una sensazione di benessere), essendo consigliata per ridurre l’intensità e la frequenza delle vampate di calore durante la menopausa.

-Grazie ai fitoestrogeni nella composizione dell’anice, il trattamento con tintura riesce a rallentare l’evoluzione dell’osteoporosi.

Per le condizioni di cui sopra si somministra 1 cucchiaino, 4 volte al giorno, in trattamenti di 1-3 mesi, con una pausa di 1 mese.

Attento!

L’anice deve essere usato con cautela durante i primi 3 giorni di trattamento per le persone che soffrono di gastrite, enterite o colite cronica. Si sconsiglia inoltre di somministrare contemporaneamente agli integratori di ferro Vedi anche gli articoli Tintura di lime, Tintura di biancospino, Tintura di armatura, Tintura di orso. Tintura di zampa d’oca, tintura di betulla, tintura di angelica, tintura di Obleana, tintura di bardana, tintura di tela da imballaggio, tintura di mirtillo rosso, tintura di mirtillo rosso, tintura di liquirizia, tintura di Leurda, tintura di tarassaco, tintura di zenzero.

Se ti è piaciuto questo articolo, unisciti alla community Mi piace sulla nostra pagina Facebook con un Mi piace.

Se ti piacciono i nostri articoli e vuoi unirti a noi su Facebook, ci aspettiamo che ti unisca alla community con un Mi piace: